This Time Self-Hosted
dark mode light mode Search

Duro lavoro – parte seconda

Nuovo capitoletto, più che altro perché per me sono veramente capitoli spezzati. Purtroppo in negozio non avevano il Panda, così abbiam dovuto scendere su un Norton SystemWorks (in più ha le utilities, ma in meno ha il firewall.. vabbé non importa).
In realtà ora sono le 12 e 20, ma ho passato un’ora a risistemare il mio programma perché sotto Windows con Firebird aveva dei comportamenti anomali, e poi ho dovuto fare delle modifiche alla creazione del preventivo su richiesta del cliente.
Tra l’altro Norton AntiVirus ha trovato una quarantina di files, il problema è che la metà di questi non è riuscito a cancellarli (non capisco perché) e ho dovuto provvedere a mano. Poco male. Ora sto facendo una bella scansione con il WinDoctor per scoprire se c’è qualche problema col registro dopo aver tolto tutti gli adware che c’erano (una quantità assurda!).
Odio Java e continuerò a farlo, anche se ricompilare al volo il programma non è stato difficile come temevo, due comandi in serie e ho avuto il mio bel file willspend.jar da copiare via samba sul computer del cliente e da rieseguire.
Anche NetBeans dopo una sessione continua di lavoro ha iniziato a dare segni di miglioramento prestazionale.
Ora devo solo riuscire a svuotare il disco di quel computer dalla merda che è rimasta…

Comincio a sentire la mancanza di casa, e soprattutto di Defiant, stare con Voyager senza avere a disposizione la connessione ad internet non è così divertente come si possa pensare. Specialmente quando quello che devi far eper la maggior parte del tempo è togliere Dialers e Adwares.
Tra l’altro ho un caldo tremendo, e non ho dormito niente questa notte, quindi non so quanto resisterò ancora senza morire di fame o di sonno.
Ho su questo portatile un giochetto di YuGiOh per GBA, ma han cambiato nuovamente le regole e non riesco a giocare in modo decente, forse non dovrei aver fretta come ho sempre quando gioco per la prima volta ad un gioco. Mi sa che avrò tempo per giocarci più tardi, visto che si prospetta una luuunga giornata.
Tra l’altro visto che il cliente ha una legatoria, al momento sono qua ad aspettarlo che è impegnato di là a controllare lo stato dei lavori… fra un po’ lancio un Norton Disk Doctor, e se ancora avanza tempo uno Speed Disk va.

Time: 14.07
Si avvicina l’ora del rientro, visto che il mio programma è stato modificato a dovere (unico problema: non riesco a togliere i preventivi in memoria, visto che firebird non supporta le subselect, che nervi! comunque visto che l’aggiornamento è praticamente indolore, vedrò di sistemarlo al più breve tempo possibile). NetBeans sembra lavorare ad una velocità decente ora, devo ammettere che limaCAT ha ragione a riguardo del JIT compile. Ora se non fosse per quell’astruso sistema per le interfacce credo che potrei affermare che Java mi può aiutare. Purtroppo devo ancora riuscire a sistemare quel problema con le interfacce.
Non sono andato a sentire per l’atlro lavoro, e quindi non so ancora se sviluppero in JSP o in Java o in dio solo sa cosa.

Vedere ancora una volta Mozilla Firefox e Thunderbird in azione su una macchina windows in cui prima c’erano Internet Explorer e Outlook Express mi riempie di una gioia inaudita, chissà che il numero di utenti Mozilla aumenti al più presto!
Ora sarei curioso di vedere se qualcuno entra qua con Internet Explorer… lo fucilo!

A parte ciò tutto il resto è a posto, a parte che Norton continua ad insistere di scandire il mio programma ogni volta che lo copio sulla sua directory di installazione.
Il tocco finale del maestro ora sarebbe una scansione nmap via rete, e quindi mi accingo a farla, e prendo nota di attivarmi nessus a casa e installare un client su Voyager, che anche un nessusscan era interessante da fare.
Vado!

Ok la scansione è completa, solite porte aperte nulla di strano o particolarmente degno di nota.
Credo che oggi il mio amplificatore si terrà un giorno di riposo assoluto, dopo aver sentito per ore il rumore delle macchine di legatoria e ora anche quello del flessibile dal cantiere di fronte, stasera voglio passarla nel più assoluto silenzio, anche perché poi non ho dormito.
Da un certo punto di vista è un bene che non sia andato a guardare per l’altro lavoro, perché così avrò almeno un paio di giorni di tempo per rilassarmi, stasera potrei dedicarla a Throne of Darkness da finire finalmente (l’anno scorso ho perso i salvataggi giunto all’ultimo livello), oppure a qualche altro gioco se funziona. Potrei anche insegnare a un certo Pane&Vino a installare una VPN con Voyager, per poter giocare a WarCraft III senza bisogno di passare su b.net, o chi lo sa ancora.
Certo stasera domani e dopodomani (se non arriva il lavoro) li voglio passare a divertirmi, me lo merito in fondo.

Devo ammettere che se sulle prime consideravo l’iBook un semplice capriccio, ormai è diventato parte integrante della mia vita e del mio lavoro: mi è stato utile a scuola, sia durante la fine dell’anno scolastico, sia durante l’esame (non sarei mai riuscito a fare altrimenti senza di lui), e mi sta servendo anche ora (anche qua senza di lui non sarei riuscito ad avere accesso ai sorgenti di Willspend e modificarli al volo).

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.